Pagine

04 apr 2013

The same old story.




Nulla è più facile che illudersi,
perchè ciò che ogni uomo desidera,
crede anche che sia vero.
Demostene
"Orazioni"


Ho passato giorni a cercare parole per scrivere qui sul blog. Digitavo le prime frasi di senso compiuto, poi cancellavo. E così per una buona dozzina di volte. E' che ogni singolo termine suonava alle mie orecchie troppo banale, troppo inutile, troppo stupido. Come se qualsiasi parola non fosse per nulla in grado di avvicinarsi al mio stato d'animo.Non so..forse perchè sarebbero sempre le solite frasi stile "Val": tristi, tendenti quasi al suicidio immediato. Roba che se siete abituate a leggermi, allora dovreste sicuramente tapparvi gli occhi. Soprattutto questa volta. Eh si, perchè le cose non sono cambiate, tutt'altro. Appena sembra che vada tutto bene, ecco che rimbomba il binge notturno. Quello a cui non so resistere, a cui non so dire "no", di cui non posso farne a meno. Sono dipendente dal binge, quando in realtà il mio unico obiettivo sarebbe quello di avere un corpo tonico, sodo o qualsivoglia dire. Certo, spesso non so dire di no neanche ai digiuni, ma quello a cui più aspiro sarebbe solo avere un corpo che amo. Un corpo che non vergogno di mostrare: anziché indossare sempre magliette di taglie oltremodo smisurate, se adorassi davvero le mie forme, potrei azzardare a comprare una "M", piuttosto che una "L"/"XL". Lo nascondo sotto vesti non consone al suo essere, cercando di dimenticarlo io stessa, pur di non avere nella mia mente la sua costante immagine di come è fatto. Poi però, mi ritrovo sempre davanti a quello specchio: scruto ogni centimetro di pelle, ogni cellula del mio corpo e mi inorridisco. Allora provo a stritolare questo mio corpo straboccante di grasso, e mi faccio ancora più schifo. La bocca diventa una smorfia, digrigno i denti, mi mordo le labbra e mi dico Così non si può andare avanti. Sì, me lo dico tutte le volte. Ma si sa come va a finire. Perchè poi giunge la notte. E la notte, beh..lascio alle vostre menti immaginare. Perchè percepisco nuovamente i sensi di colpa della notte precedente se provo solo a scrivere quello che ho potuto ingurgitare. Quindi basta elencare cibi, kcal, zuccheri e carboidrati. Basta solo che voi sappiate che ho avuto ennesimi episodi di binge. Null'altro. Le conseguenze, penso che le conosciate già. Inutile raccontarvi i miei disappunti del giorno dopo, del ricordo della notte passata. Solo dolore. Niente di più. Solo quell'insostenibile sensazione che riesco a descrivere con la parola "dolore". E' un vuoto, colmo però di tutte queste emozioni strane, oscure, misteriose. Aristotele sicuramente mi additerebbe per questa mia affermazione: secondo il principio di non contraddizione non si può dire (nel mio caso) che un vuoto è anche colmo. Eppure lo percepisco così: un vuoto che non riesco proprio ad individuare, a toccare, a conoscere. E' un qualcosa che mi logora dentro, dall'interno di questa mia grassa carcassa. Vorrei che il mio corpo mutasse, un pò come fanno i serpenti con la loro pelle: abbandonano il loro involucro per poi crearsene un altro nuovo. Allora se potessi, sì..cambierei volentieri il mio corpo e lo ricostruirei da capo. Ma credo che anche questa non sia una novità. Sono così scontata, vero?


Vi saluto, che è già tanto che sia riuscita a scrivere tutto questo.

Un saluto scontato, da Val.

2 commenti:

  1. Non sei scontata o altre cose.. solo che sei talmente testarda che continui ad offenderti da sola, solo perchè non ce la fai con i binge.
    Sei così forte e tu lo sai, ma non ci credi abbastanza.. non ne sei abbastanza convinta. Se non lo fai per te stessa, perchè non lo fai per G?
    Quante volte te l'ho detto e volevo dirtelo anche quando ci siamo viste...

    Nel mio caso non posso parlare, siamo nella stessa barca.
    Ti stringo forte forte forte.

    RispondiElimina
  2. Amore mio.
    Devi credere in te stessa, per te e per G. Devi cominciare a lottare e dire di no. Ai digiuni al binge ai pensieri. Tu ti lasci andare a te stessa e invece non devi farlo. Perche' non e' il tuo corpo il problema, non e' il grasso perche' lo vedi solo tu e la devi smettere di pensare che cio' che pensano gli altri non conti un cazzo. Invece deve farti pensare, forse non ti convincera' ma ti permettera' di metterti in discussione. Tu devi credere che vuoi una vita migliore il che non corrisponde a pesare 45kg e tu LO SAI solo che non vuoi ammetterlo. Perk c'e' un dolore dentro di te che ha bisogno di essere controllato e l'unico modo che ha e' questo.
    Per quello che riguarda il binge..devi mangiare durante la giornata e devi BERE. Sara non passera' il binge se tu non mangi e non bevi. Non e' solo mente, tu hai anche un corpo che ti chiede aiuto, forse in modo strano ma e' cosi..provaci e sforzati di non alzarti dal letto perche' non ne hai bisogno. Mangia regolarmente e vedrai che andra' meglio.
    E devi guardare dentro di te. Perche' il tuo problema non e' il tuo corpo grasso quindi non sara' cosi' che starai meglio poiche' non stai curando la parte giusta di te.
    Quanto bene ti voglio nemmeno lo sai.
    Maria.

    RispondiElimina