Pagine

18 mar 2013

Equilibrio (?)


Ogni pensiero deriva da una sensazione frustrata.
Emil Cioran


Trovare un equilibrio. E' questo quello che mi servirebbe. Forse. Ad esempio ho deciso che andrò due/tre volte a settimana in palestra, affinché riesca a tonificare il mio corpo: sala pesi, ed ogni tanto qualche corso. Come ad esempio GAG (gambe, addome, glutei), il corso di "Addominali", "Brucia grassi", "Pump". Di "Zumba" non se ne parla neanche: sono un pezzo di legno, ed avendoci già provato (quando iniziai ad andare ad allenarmi) so che non fa per me. Insomma cose di questo genere. Il tutto, bilanciato con una sana alimentazione. Forse starò sempre attenta a quello che mangerò, forse eviterò sempre determinati cibi, forse sarò sempre l'unica persona della casa a mangiare diversamente rispetto agli altri. Ad esempio ho in mente di comprare la pasta integrale, anche se di carboidrati sotto forma di riso e pasta, non ne mangio da mesi. Ecco il perchè forse delle mie abbuffate notturne/pomeridiane/mattutine: il mio organismo ha bisogno di assimilare quei carboidrati di cui non mi nutro da tempo con qualcos'altro. Voglio essere una persona nuova. Riconosco che sicuramente avrò sempre le mie fisse, o che magari capiterà ancora che io salti il pranzo o la cena. Perchè non si può trovare un equilibrio all'improvviso, da un giorno all'altro. Le ricadute ci saranno, non posso mentirmi dicendo il contrario e sperando che da domani sia tutto diverso. Come i miei giorni "no" in cui mi vedrò "di troppo" e non vorrò fare tante cose, come uscire e o fare l'amore. Lo so. Trovare un equilibrio. Suona strano: io di equilibrio non ne ho mai avuto, per me è sempre stato tutto bianco o tutto nero. Nessuna sfumatura. Nessun'ombra di grigio. Non so se questo sarà tanto meno il post della "svolta". Solo che in parte, la mia coscienza mi sussurra flebilmente che potrò pure continuare a digiunare/restringere, ma avrò sempre le smagliature, o comunque la pelle non potrà mai essere tonica se non faccio attività fisica. E' da questo che sono partita: voglio essere tonica.

Ancora oggi, so che non aspiro ad essere carina. Voglio essere perfetta, perchè vedermi allo specchio è sempre come una doccia fredda, perchè voglio che tutti i miei difetti siano uno stimolo per spingermi ogni oltre limite sconosciuto. L'idea di smettere di cercare la perfezione, per me, rappresenterebbe la mia fine. So che queste frasi possono contraddire quanto appena detto precedentemente. Forse le scrivo perchè sono stata anni ed anni a dirmi queste cose sulla perfezione ecc ecc ed ora è come se avessi premuto il tasto "repeat". O forse perchè non sono sicura di quello che mi sto per promettere: alimentazione sana e tanto sport/attività. Non è che forse sto riequilibrando la mia vita? Sto ponendo dei puntini sulle "i", per avere un controllo sano di me stessa? Non lo so. Di promesse me ne sono sempre fatte molte, e poi non le ho mai mantenute: sono scettica anche su questa infatti. Non so, però, voglio crederci. Voglio credermi. Credermi che riuscirò ad avere un bel corpo con i mezzi giusti ed appropriati. Credermi che potrò guardarmi allo specchio e piacermi. 

Purtroppo però, essendo una persona che guarda sempre ed esclusivamente il bicchiere mezzo vuoto, piuttosto che mezzo pieno, sono titubante su quello che mi aspetterà: riuscirò a trovare questo fantomatico equilibrio? Sarò capace di mantenere un'assidua attività settimanale e non smettere da un giorno all'altro? 
Tante domande iniziano ad addizionarsi una dopo l'altra. Ed io, come sempre, non riesco a trovare una risposta. Forse dovrei solo agire e smettere di pensare.

Ecco, allora vi accontento. 

Un saluto equilibrato, da Val.



2 commenti:

  1. Sono molto contenta di leggere queste cose. Alimentazione sana e attività fisica sono il metodo migliore per avere un bel corpo..fidati. E vedrai che inizierai a sentirti meglio anche psicologicamente. Non arrenderti Val! Sei importante, trattati bene! Vedrai che i risultati si faranno vedere molto presto!
    Io credo in te

    Un abbraccio, Annie

    RispondiElimina
  2. Sai, l'idea di ricominciare insieme o almeno contemporaneamente una vita che non c'ha mai appartenuto, mi ha fatto sorridere.
    Si perchè quante volte mi hai ripetuto di trovare un'equilibrio? Di vivermi questa vita? Ecco.. ora io ci voglio provare e non sono perchè sono stata costretta,ma anche perchè, avevi ragione e ti ringrazio per avermi scosso virtualmente (e ben presto,anche fisicamente)..
    Ci saranno sempre le fissazioni, il dolore che affligge il nostro corpo e la mente, ma riusciremo a sconfiggere tutto quanto e iniziare qualcosa di nuovo.
    Sei bellissima, ricordatelo.

    Effe.

    RispondiElimina