Pagine

01 nov 2011

I'm already dead.




Faccio di tutto per accontentare chiunque.
Faccio di tutto per non essere un peso, soprattutto alla mia famiglia.
Faccio di tutto per far sembrare che non stia continuando a soffrire come un cane.
Faccio di tutto per far passare l'idea e l'ìmpressione che tutto stia andando più che bene.

Ma, evidentemente, non basta. Più cerco di essere perfetta, e più non è abbastanza per gli altri: sono troppo egoista, non vedo le esigenze altrui, sembra che non mi interessi dei bisogni del mio prossimo, che non capisca che anche loro hanno i loro problemi e confusioni. Devo fare sempre qualcosa in più, comportarmi in un'altra maniera, reagire in un differente modo, agire diversamente ed essere propensa ad aiutare ed a partecipare nelle attività.

"Devi capire che anche tua sorella ha dei momenti di confusione"
"Devi aiutare un pò di più a casa"
"Devi essere capace di ascoltare le esigenze degli altri e non solo pensare a te stessa"
"Impara a capire che le cose si fanno insieme, e non devono pensarci sempre gli altri al posto tuo"
"Non puoi fare quello che vuoi e che piace a te. Sii un pò più altruista"


Ogni volta che vengo corretta, rimproverata, che mi si chiede di fare altre cose in più (come se io non facessi nulla), mi sale la rabbia. Ma non si tratta della solita rabbia..è, come dire, una rabbia triste. Perchè mi rendo conto che non vado mai bene per niente, che non basta quello che faccio, che sbaglio in continuazione.


Temo di non riuscire a gestire tutto questo "stress", i fiati sul collo, le continue domande, le continue richieste ed esigenze da parte degli altri. Non ce la faccio. Temo di avere all'improvviso un attacco, una crisi di panico. Sento che tutto si sta accumulando dentro di me, e che prima o poi ci sarà la goccia che farà traboccare il vaso, Sì, accadrà. Perchè, forse, non sono così forte come pensavo di essere, non sono capace di gestire le cose (studio, casa).


E questa, è l'ennesima conferma che non valgo niente.

4 commenti:

  1. Questa è l'ennesima conferma che sei umana. Io sono certa che vali, vali tantissimo. Lo si capisce da ogni parola che scrivi, da ogni sensazione che riesci a suscitare in ogni tuo post. Per te sarà niente ma capisco perfettamente la sensazione, non c'è cosa peggiore che impegnarsi, tentare di essere perfette agli occhi di chi ci è caro e sentirsi dire certe cose ... Ti direi di tenere duro, di non mollare... di essere te stessa ma la realtà è che, purtroppo, non ho soluzioni a questi problemi.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. So cosa significa cercare di essere perfetta per tutti ma poi venire comunque ripresa. Non essere mai all'altezza delle aspettative, sentirsi costantemente un gradino sotto quello su cui vorresti essere, non fare mai abbastanza. E' frustrante. Ma secondo me vali, davvero. Basta vedere quello che scrivi, come lo scrivi. Non mollare. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  3. Non devi pensare che ciò che ti viene fatto notare sia sempre un rimprovero. Molto spesso si richiama qualcuno per chiarirgli le idee, per mostrargli la strada giusta, per dimostrare quanto di lui ci si prenda cura. Tu sai che ci sono tante maniere di esprimere i sentimenti, perfino la "freddezza" che ti attribuisci è uno schermo per non far percepire agli altri, e a te stessa, quel che provi. E sai anche che accumulare di continuo fa male e porta a crisi di sconforto. Allarga i tuoi orizzonti, leggi tra le righe senza sezionare ogni cosa perdendo di vista l'insieme e la profondità. Non ritrovarti con tanti pezzi di puzzle messi insieme per guardare solo le linee di ritaglio e non l'immagine che hai completato. Hai tutti gli elementi per apprendere da quel che ti viene detto e che la realtà ti presenta, devi solo imparare a dosarli.

    RispondiElimina
  4. non sei affatto egoista, stai sempicemente male e i tuoi familiari nn te lo riconoscono. ma anzi, ti tacciano di egoismo. stessa cosa che accadeva a me. prova ad andare anche solo una volta dallo psichiatra,cuzzolaro,che ti ho consigliato. e nel frattempo inizia a dire ai tuoi cio che pensi, smetti di subire le loro aspettative e vivi prima per te stessa.

    RispondiElimina