Pagine

28 ago 2011

I see there's nothing good in me.



Tornata. Più scoraggiata che mai, ovvio. Perchè? Semplice: ho davanti a me troppe paure.
Tra tredici giorni ho il mio primo test d'ammissione: psicologia. Il mio sogno. Possibilità di passare? Rare, quasi invisibili. Ho provato ad esercitarmi con test su test, ma il risultato è stato a dir poco triste. E pensare che passano solo in 100. Bene, non ce la farò mai. Il fatto è che dovrei studiare anche la famosissima "cultura generale" (storia, letteratura, educazione civica, economia, informatica, fisica, chimica, biologia, matematica). Per non parlare delle comprensioni di brani: ecco, sono stra-difficili. E in più ci sono anche i test di logica. GAME OVER. Me lo sento stampato in petto, come un enorme peso che porto e strascico per casa o per strada. Ho fatto non so quanti errori nei test. Sono una frana, ecco la verità: non sono neanche capace di azzeccare una stupidissima risposta. E questo, ovviamente, mi scoraggia. A breve, l'università mi dovrà anche contattare per fissare il colloquio orale. E se non fossi presa? E se non passassi? Che fine farò? Mi rifugio a filosofia..? Ma questo non è quello che voglio per me.

Finalmente ora potrò ritornare dallo psico-terapeuta. Mi è mancato parlare con lui, lo ammetto senza problemi. Durante questo mese d'Agosto ho vissuto alti e bassi (anzi, direi più bassi che alti: a questi son dettagli) e quando quest'ultimi vigevano su di me, sentivo un bisogno necessario di parlarne con lui: il problema è che lui non c'era. Comunque sia, spero che lui mi possa dare una mano e rassicurarmi sull'Università: per me sarebbe davvero una stupenda soddisfazione poter passare alla Salesiana.

Ricordate le stimolazioni ormonali? Ecco, pur avendo contattato il neuropsichiatra il 10 Agosto tramite mail (me lo aveva detto lui stesso che dovevo avvertirlo quel giorno), lui non si è fatto più sentire: nada de nada, come si suol dire nel cuor della Spagna. Professionalità portami via, no? E così, sono passati 2 anni dall'ultimo ciclo (risalente al 18 Agosto 2009).

Crisi pre-test a parte, oltre ad avere l'obiettivo (platonico?) di superare l'esame, ho in mente altri targets. Non sono niente di speciale; semplicissime soddisfazioni personali: comprare libri, comprare piantine di aromi (basilico, prezzemolo, origano, erba cipollina, timo e chi più ne ha, più ne metta), riprendere a cucinare qualcosa e migliorarmi di conseguenza, imparare a fare la pasta fresca fatta in casa, imparare a fare i ravioli fatti in casa. Diciamo che sono più obiettivi culinari: ma io amo cucinare. Eh, l'aria di Settembre la sento sulla pelle: mi dà l'idea di un nuovo inizio, nuovi scopi. Speriamo che il primo fra tutti (l'Univeristà) si avveri. Chiedo solo questo. SOLO. QUESTO.

pS: Della vacanza, ne parlerò al più presto. Lo voglio fare, perchè voglio ringraziare una persona in particolare, che ha passato parte della "villeggiatura" con la sottoscritta.

Zara.

3 commenti:

  1. Zarina, ti giuro che ti capisco più di chiunque altro: io ho il tuo stesso test esattamente questo mercoledì a Padova (200 posti) e mi sono iscritta anche a Milano (400 posti) e l'ho il giorno dopo, ovvero il prossimo giovedì. Anche io ho trovato stra difficoltà nei test, in più a me preoccupa il fatto che non si possono usare fogli per i calcoli, matematica, fisica e chimica sono impossibili da fare a mente, cazzo. Altra cosa che mi preoccupa è il tempo, dato ho letto sono solo 75 minuti per 100 domande.
    *scusa per lo sfogo*
    E' da pazzi. Comunque non angosciarti (non fare come me ahahah!), tu sei una ragazza intelligentissima, sei uscita con un voto molto alto alla maturità, sono sicura farai del tuo meglio e tutto andrà bene. Credi in te.
    Aw, son felice di leggere i tuoi obbiettivi e la tua voglia di fare, forza. Spero tanto questo settembre sia davvero l'inizio di qualcosa di piacevole e bello (: te lo auguro con tutto il cuore.
    Hug

    RispondiElimina
  2. Sono sincera, non ho letto tutto il tuo post, ma solo il primo pezzo dove parli di psicologia. Allora, io studio psicologia all'università e ho fatto il test di ingresso due anni fa e non è così brutto come tutti pensano. Io sono a Torino ed è stato molto semplice; si, c'erano anche domande di cultura generale e storia, ma si fa benissimo.. Forse per chi non è molto pratico possono risultare difficili le domande di intelligenza e matematica, i test logici; a me personalmente piacciono da morire e me la sono cavata bene.

    Ora, ho letto la restante parte..
    mi piacciono i tuoi obiettivi :) e non sono banali, ma pur sempre obiettivi che ti aiutano ad aumentare l'autostima :) anzi, ti invidio sai? anche io vorrei poter imparare a fare la pasta in casa! ^_^
    un abbraccio forte!!

    RispondiElimina
  3. stai tranquilla il test all università è il primo passo ma non l'unico... questi test sono tanti studio e tantissima fortuna! vedila così!!!
    mantieni saldi e forti i tuoi obiettivi!
    mi è piaciuto molto questo post e la foto è fantastica non vedo l ora di leggere della tua vacanza!

    RispondiElimina