Pagine

23 ago 2010

Le parole di un'amica.

Buongiorno mie care *__*
Ieri sono giunta qui in Calabria e fortunatamente ho il pc che ha portato mio padre. Voglio aggiornare il blog per potervi far leggere una mail che mi ha inviato la mia Best su Facebook. Sono delle parole su cui riflettere. E mi farebbe piacere condividerle con voi.

Premessa: avevo chiesto alla mia Best di cercare di capire se Leonardo (il ragazzo che mi interessa) sia interessato anche solo un MINIMINO a moi.

Inutile novità: ieri appena giunta qui in Calabria ho avuto una crisi di fame nervosa ed ho mangiato tutti i biscotti che ho potuto trovare. Mi sono sentita malissimo dentro. Devo imparare a non ripetere più gli stessi errori. Me lo prometto ogni qual volta succede..ma poi ricapito sempre nello stesso tranello. O forse in questi casi, vorrei essere capace di vomitare. Lo so che non è una giusta via da prendere..ma vorrei imparare a farlo.

Lettera della mia Best:
Ebbene. Ieri parlando del più e del meno, è uscito fuori il discorso.

Insomma detta molto in breve, Leonardo ha affermato che se davvero dovreste dormire insieme a Bologna la seconda notte, e lui non avesse rimorchiato nessuna durante il concerto, probabilmente, se la serata buttasse bene, avrebbe qualche istinto nel provarci con te.

Ma penso si tratti più che altro di una cosa prettamente fisica. Dunque non è che sia malissimo, però dipende via.

Però c'è da dire una cosa. E qui sono più seria che mai.

Parlando, Leonardo, ha detto: "Si, fisicamente appunto mi girerei 10 volte su 10. E' simpatica. Ma non è proprio il mio tipo"

Al che ho ribadito il concetto assurdo di evitare di stare con una persona perchè si è già amici e lui ha detto: "ma non è questo, alla fine. Cioè anche. Però io sinceramente penso che non starei con lei anche per il suo problema con il cibo. Perchè l'ho passato con mia madre e non mi va di ripeterlo ancora." <- -Sua madre è bulimica. O lo era.



Ora con tutta la lucidità mentale di questo mondo, Sara.

Ti sembra normale precludersi DA SOLI qualcosa in generale della vita? A me no. Con tutte le paure che ci possono essere al mondo, ma no. Normale, non lo è. Un pò come i ricchioni. Esistono, ma normali non sono. Pensaci perchè il paragone è molto simile.



E qui scatta tutto il ragionamento psico boiate che tu non vuoi mai ascoltare, ma penso che tu debba proprio iniziare a farlo eh.

Non c'è più ragione per non mangiare, per calare di peso. Per doversi UMILIARE ancora così. Per tanti motivi.

E' anche sbagliato attribuirti menate sul cibo e simili. Perchè quando si parla di te bisogna PER FORZA includere anche questo? E' brutto e triste. E NON FA PARTE DI TE. Che ti piaccia o no.

Presumo che mi stia facendo odiare. Ma se serve questo per farti capire, allora vado incontro all'evenienza.



Un ragazzo che ti piace tanto, con il quale ti senti a tuo agio dice di non sentirsela di stare con te ANCHE per i tuoi problemi con il cibo. Orrendo. Veramente pessimo, lui. Però chi se l'è voluta una cosa del genere? E' bruttissimo dirlo così, ma in fondo in fondo è la verità.



Cazzo ma mandali a cagare sti scheletri di pelle e ossa. Non sono meglio di te, anzi. Anzi fanno schifo. E non solo esteriormente. Ma fanno schifo perchè non hanno più le palle per reagire.

E non dire che io non posso capire. Perchè credimi posso capire molto più di chiunque altro, avendo passato cose praticamente identiche. E così e lo sai. Anche io usavo come giustificazione "ma tu non puoi capire di cosa parlo", ma era per ripararmi dal fatto che gli altri avevano ragione e come lo sapevo bene, io.



Quindi basta Sà. Basta controllare calorie ogni volta che compri qualcosa. Fregatene. BASTA. Ogni volta che sei davanti ad un invitante piatto di cibo, non pensare a quello che stai per mangiare e gli effetti che avrà. Manda a quel paese tutto con un vaffanculo di dimensioni cosmiche. Escine. Non sei sola e questo lo sai.



Sono ormai quasi due anni. Volati, ok.

Ma due anni in cui ti sei distrutta come meglio potevi. Due anni non bastano per farti capire come dovrebbero essere le cose?

Lascia stare tutto, cambia. Manda a cagare il blog, le calorie e chiunque è nelle tue stesse condizioni.

Non siete più forti insieme, siete solo più patetiche. E scusa se lo dico, ma è così. Migliaia di ragazze che avrebbero da offrire qualsiasi cosa a chiunque. E invece si buttano via per delle CAZZATE.



Come mi fai stare tu, nessuno. Capito?

Come mi fai ridere, come mi fai preoccupare. Come mi parli, come mi consigli. Come fai tutto quello che fai. Lo fai solo tu. Però devi iniziare a farlo per tutti e con tutti.

CREDIMI, non è così difficile come pensi. E' un meccanismo che devi ringranare. Ma una volta ingranato è tutta discesa.



Sta facendo male anche a me questa situazione.

Da sempre. Ora più che mai, perchè ti vedo convinta di quello che fai e di come ti distruggi. Ti vedo perderti. E mi fai sentire impotente, cosa che odio.

Ma come sto male io stanno male gli altri. Emilio, Leonardo...Claudia, i tuoi. Ma come pensi di debbano sentire?

Come noi. Impotenti. Perchè ti chiudi in quel mondo tutto tuo e non vuoi sentire nessuno. Nemmeno noi. E noi ci sentiamo gli stronzi di turno perchè tanto non capiamo, secondo te.

Bhè non è così. Capiamo fin troppo.



E abbiamo capito che è ora che tu la finisca con questo. Per TE.

Non per noi, o per chi cazzo vuoi tu. Ma solo ed unicamente per TE. Vabè non so che utilità possano avere le mie parole, a questo punto. Spero di aver suscitato in te qualcosa di positivo oltre a scatenare odio. Ma si sa che si campa con quello.

Buon viaggio e stai bene. Divertiti. Ridi. Scherza.

E sbrigati a tornare che fra poco abbiamo un concerto, noi ;)



Ti voglio bene, Stronza ♥
 
 
- - - -  - -
Ecco queste sono le parole della mia Best. Alcune parole sono state dure..altre mi hanno fatto riflettere..anche se poi sono ritornata subito nell'ottica del voler perdere peso in quanto ieri ho avuto di nuovo questa crisi. Però la posto anche per voi. Forse farà scaturire qualcosa nelle vostre menti..o forse no. Dipende dai punti di vista. Ora vi lascio pensare e commentare (se volete) a questo. Spero di avervi fatto riflette anche un PELINO. Non di più.
 
Zara.

6 commenti:

  1. che bello avere tutte queste persone che si preoccupano per te...
    non è giusto farle star male..
    ma io che non ho nessuno che si preoccupa per chi dovrei farlo? per me stessa? per cosa? per essere felice? non sono felice così... tanto sarei cmq sola... avrei solo il mio ragazzo...
    però su una cosa ha ragione...
    divertiti ridi e non pensare a niente...
    e forse anche sul fatto del blog...
    mi sono resa conto che sono anche i vostri post a farmi scattare in testa una voglia matta di perdere peso... penso che staccarsi dal blog sia un minuscolo passo verso la fine dell'ossessione.... ma io per ora sto bene con le mie fissazioni... cioè... è quello che voglio per ora

    RispondiElimina
  2. E' vero, certe parole sono state dure, ma altre hanno fatto riflettere. Eppure, io mi sento legata a questo. E' quasi amabile, quest'ossessione. Quasi mi piace. Quello che sono diventata, come sto cambiando, mi sto creando. Nessi, il blog, voi, la bilancia, il peso, le calorie. E' tutto un mondo con cui convivo. Con cui voglio convivere. Qualcosa mi ci ha portato, ma io sono ancora qui dentro, per il mio volere. Perchè mi sento a mio agio, e perchè se uscirei da questo piccolo mondo non saprei come comportarmi, nella'ltro. Però lo guardo, e mi piace anche quello. Ma non posso stare in tutti e due. Eppure, sono ancora qui. Chissà, probabilmente fra un mese la mia vita cambierà (nuova classe, nuovi compagni, nuovi amici-si spera-), e chissà, magari avrò nostalgia di quel mondo in cui ho sempre vissuto. Chissà.
    Soltanto che non sarei più io.
    Non so cosa accadrà nel prossimo istante, nel prossimo minuto, domani, fra un mese, fra un anno. Si tratta solo del futuro, lo vivrò. Sta a me scegliere, in fondo.
    Nessi.

    RispondiElimina
  3. Sei fortunata ad avere un'amica così. Sei fortunata ad avere qualcuno vicino e basta. Pensa che non tutte possono contare su qualcuno. Qualcuno oltre ai problemi col cibo ha problemi più che altro con l'essere soli e col sentirsi soli. Io mi sento terribilmente sola e questo non fa che aggravare tutto. Forse è anche questa la causa che ha fatto scaturire tutto. Quando ancora avevo qualcuno accanto non mi facevo nessun problema a mangiare. Adesso però sono sola e sento che questo è l'unico modo per sentirmi un pò meno sola. Tu hai loro. Hai persone intorno che ti vogliono bene e si preoccupano per te. Sicuramente anche tu stai male, però almeno hai quacuno che ci tiene davvero a te e non è così scontato credimi. Ti invidio per questo. Baci.

    RispondiElimina
  4. sto piangendo.
    grazie per aver condiviso queste parole meravigliose con noi. grazie!
    mi vien voglia di mandare tutto a puttane. di ascoltare quello che la tua amica ti ha detto.
    ma temo ciò che potrei trovare là fuori.. e temo di correre di nuovo qui dentro, dove mi sento al sicuro, e di non uscire mai più..

    RispondiElimina
  5. Le parole possono colpire più di quanto possa farlo il contatto fisico. E scommetto che per le molte persone che hanno letto questa lettera è stato così. Ma perchè allora non riusciamo a smuoverci e a "farla finita" una volta per tutte? Perchè tu, io e tante e tante altre di noi, pur avendo letto questa bellissima lettera, rimangono fermamente convinte delle loro idee? Anzi sembrano addirittura più incoraggiate? Dobbiamo proprio perdere tutto, rischiare e crollare per dare davvero una svolta alla nostra vita?
    Sai non so perchè ti sto scrivendo questo, eppure leggere questa lettera mi ha fatto venire una rabbia già provata altre volte. E' come se il muro invisibile che abbiamo costruito diventasse visibile tutt'un tratto, come se in un momento il baratro che ci separa dal mondo e da tutti quelli che ci amano diventasse più profondo. Come se ci tirassero ancora più giù. Allora mi chiedo, può una lettera avere un effetto contrario? Può farci riflettere e allo stesso tempo farci precipitare? Ma perchè tutto questo?
    Perdona le crisi da filosofa esaurita XD Però se questo può riuscire a farti pensare a qualche risposta mi piacerebbe saperlo.
    Un abbraccio
    Ti sono vicina con la mente e con il cuore
    Ali

    RispondiElimina
  6. Hai un'amica fantastica Zarina.
    E non solo, tutte le persone che ti stanno vicino..beh, ti vogliono davvero un gran bene.
    Le parole colpiscono dritte al punto, bisogna solo comprenderle e reagire, per la retta via. Ormai tutte noi sappiamo qual'è la via giusta, non ci sono santi che tengano, NOI siamo nel torto e, come dice la tua best 'Non siete più forti insieme, siete solo più patetiche.' e ha ragione, anche se è brutto dirlo t.t

    Uffs, perchè è così complicato decidersi a smettere di farsi del male? Ci sono giorni in cui non avere questi fottuti problemi è ciò che più desidero, ma allo stesso tempo senza non sarei io. Ormai non è più fatto di convivere con questa 'malattia' è proprio il fatto che è diventata me, è dentro di me e piano piano prende il mio posto. Credo che la battaglia non finirà finchè una delle due non si distruggerà e, visto che LEI non vuole decidersi ad andarsene, credo proprio che tutto finirà con la mia di distruzione.(mamma che depressione xD)

    Anyway grazie per aver spostato la lettera, anche se ha punti duri, io la trovo comunque dolcissima e riflessiva (:

    Spero ti divertirai in Calabria *-*
    Ti voglio bene, Yù.

    RispondiElimina