Pagine

20 lug 2010

Crollo di fame nervosa.

Lo sapevo.
Cazzo. Lo sapevo.

E' successo di nuovo: crollo di fame nervosa. Ho fatto la torta della nonna (della CAMEO). Stava in frigo, pronta per la colazione per mio padre. Era per lui. Non per me. Solo per lui.

Eppure, ecco che vado ad afferrare la tortiera, la studio e rapidamente prendo un coltello. Inizialmente ne prendo una strisciolina minuscola. Poi la piccola fetta si trasforma in un'altra fetta e così via, fino ad ingurgitare metà torta. Cazzo, mentre divoravo quella botta di calorie pensavo "Merda, devo fermarmi! Dopo mi sentirò un schifo, lo so! Conosco la sensazione". La mia mano però portava velocemente ogni fetta nella mia bocca che masticava voracicamente, come se non mangiassi da settimane. Eppure non avevo fame. Non avevo brontolii: questa è la classica fame nervosa del cazzo. Ho provato ad andare in bagno per vomitare, ma non si sono riuscita. Ho pianto e sto ancora piangendo perchè mi rendo conto che non posso tornare indietro. E' inutile piangere sul latte versato: le cose sono andate così. Ma cazzo, perchè? Lunedì era andato tutto bene. Non avevo spizzicato ed ero piuttosto soddisfatta. Perchè oggi invece è andata tutta una merda? Perchè crollo così facilmente? Prima non mi accadeva mai..perchè questo periodo invece sta succedendo sempre più spesso? Perchè non riesco a fermare le mie mani? Perchè, perchè ed ancora perchè? Cazzo quanto ho voglia di urlare. Diamine, vorrei tanto chiudere gli occhi e fare finta che questo non sia successo. Ma non è così che si fa.


Cazzo, se mi detesto.


Aggiornamento del giorno 21.07.2010:
Sono aumentata di 5 etti (cazzo quanto faccio schifo).
Quindi peso: 51.6 kg.

6 commenti:

  1. non dovresti detestarti, sai? tutte noi sappiamo bene quanto sia difficile resistere alle tentazioni e quanto stiamo male dopo che abbiamo ceduto a qualcosa. siamo con te.
    resisti, quando stai per crollare, pensa a qualcosa d'altro, trova qualcosa che ti possa distrarre, ma non ti concentrare troppo perchè più vuoi scacciare un pensiero, più quel pensiero ti perseguita.
    non ti preoccupare. pensa solo a ripartire alla grande.

    RispondiElimina
  2. la sensazione la conosciamo, la soluzione è avere buoni propositi e pensare che perseverando nell'errore non si fa che peggiorare.
    se hai messo su qualche etto tu, consolati, non è un problema perchè devi metterli no?
    non ti cambia moltissimo, vedila sotto questo punto di vista. due giorni ci stai attenta e vai alla grande.
    forza, non piangere. sei forte!
    v.

    RispondiElimina
  3. Forza!
    Ce la farai!
    Ce la farò io!
    Ce la farai tu!
    Ce la faremo insieme!
    Capito?

    Non è un abbuffata che manderà in fumo i tuoi progetti!
    E' solo un giorno, puoi rimediare.

    Grazie per il tuo sostegno eh!
    Che bella che sei *_*
    Grazie Millee,
    Grazie all'infinitoo!

    Un bacione!
    Olivia.
    (:

    RispondiElimina
  4. Ciao. Per ora non ho letto nessun tuo post, però lo farò presto. Mi sono aggiunta ai lettori fissi. Ciao.

    RispondiElimina
  5. ...cucciola non dire così...hai voglia di urlare?!urla....fai ciò che ti senti...liberati...dai piccola lo so questa fame nervosa è terribile...prova magari a masticare gomme o cose simili...non colpevolizzarti troppo ora...pensa solo che domani è un nuovo giorno...una nuova pagina bianca su cui scrivere il tuo futuro!!!!un bacione!!!!

    RispondiElimina
  6. Me le ricordo queste scene, me le ricordo bene. Il mio dottore mi disse che succedeva così perchè il mio corpo PRETENDEVA cibo e quindi la forza di volontà se ne andava a puttane, se non ti cibi il tuo corpo si ciba a forza.
    Io per far finire questi attacchi ho ripreso a mangiare più o meno regolarmente, però so che non è quello il tuo obbiettivo, quindi posso solo dirti fatti forza, dopo la prima fetta allontanati, non ci pensare e per favore non usare il vomito come aiuto.
    Un bacio

    RispondiElimina