Pagine

28 giu 2010

Se fosse come vorrei.

Un anno e mezzo fa..ero serena.
Un anno e mezzo fa..ero libera.
Un anno e mezzo fa..ero "normale".
Un anno e mezzo fa..sapevo chi ero.

Ora sono triste.
Ora sono nervosa.
Ora sono angosciante.
Ora non so più chi sono.


So solamente che sono grassa, ma che devo prendere peso.
So solamente che rifiuto tutto e tutti.
So solamente che preferirei essere qualcun altro: senza problemi e senza fissazioni.


Continuo a pensare, a riflettere..

Ho cercato di capire, ma non ho capito ancora.
Ho cercato di far capire agli altri il mio vero segno, il mio vero desiderio..Loro però, se ne fregano. "Vai contro natura".."Non è un peso normale".."Soffri di amenorrea da Agosto 2009, ti fa pensare che c'è qualcosa di sbagliato?".

No, no, no e ancora no.

Non me ne frega un'emerita ceppa della salute del mio corpo. Me ne frego altamente se voi pensate che il mio peso sia troppo basso: l'importante è che mi senta bene IO con me stessa, non voi. Fatemi fare quello che voglio: fatemi sentir leggera, fatemi sorridere quando, al tocco del mio ventre, io riesca a sentire le costole sporgere e toccare i fianchi aguzzi. Fatemi sentir felice, quando mi guarderò allo specchio e pronuncerò finalmente le fatidiche parole "Così..Va bene così".

Sogno, immaginando un mio futuro, con una mia casa, nel cui frigorifero ci sono sì e no un paio di Yogurt magri e un pò di insalata. Sogno, immaginandomi a come potrei apparire agli occhi degli altri, pesando 45 kg.

"Malata", forse risponderebbero..Ma io non mi vedrei così. No. Questa volta, io mi vedrei "Magra".

Delirio e sogni a parte, oggi, sempre per "aiutare" questo mio dannato corpo a raggiungere i 52 kg (nonostante a me "piacciano" gli attuali 49.4 kg), stamane, oltre le 3 fette biscottate e uno Yogurt magro (67 kcal), ho preso una fetta di torta al cocco con gocce di cioccolato.
Ebbene sì: ho fatto la cazzata di mangiare DI PIU'.
Ebbene sì: ho sensi di colpa a non finire anche ora.
Ebbene sì: mi sento una merda.
Ebbene sì: vorrei vomitare, ma non ci riesco.

Tra l'altro oggi a pranzo ho preso la pasta ai 4 formaggi dei "4 salti in padella", una mozzarella di 125 gr, 4 fette di bresaola e insalata (costretta a condirla). Mi sento uno schifo. In più, stasera dovrò cucinare altra pasta (per "ordine" di mio padre con zucchine romane e pomodorini).

Ebbene sì: sono una scrofa.
Ebbene sì: sono una stupida.
Ebbene sì: mi sento come morire.

Un tempo non vedevo l'ora di mangiare.
Un tempo ero così dannatamente cieca: non vedevo che tutti mi prendevano in giro, me ne infischiavo. Piangevo, questo è vero..ma non trovavo mai il coraggio di cominciare una dieta.

Ora invece piango perchè mangio, perchè nutro questo mio involucro fatto di massa di ciccia. E' inutile piangere sul latte versato, è vero..ma io non so più cosa fare. Non so come altro fare. Fatemi almeno piangere, nel mio angoletto al buio, stringendo il mio viso contro il cuscino al fine di soffocare i miei singhiozzi. Mi sono rimaste solo queste: le lacrime.

Pensavo di poter affrontare la salita di peso con un "sorriso". Invece, mi sono sbagliata. Vi è sempre un motivo in più per mangiare DI PIU'. E questo mi demoralizza. Mi fa sentire ancora più grassa: per me è già tanto mangiare normalmente..Ma se sono costretta e forzata anche a ingurgitare qualcos altro..Cado a pezzi.

Il mio lavoro, durato 1 anno mezzo (perchè poi è stato bloccato)..andrà a farsi fottere. Tutti i morsi della fame che sopportavo..non saranno serviti a niente. Il mio rifiutare gelati, patatine, pizze..diventeranno inutili tentazioni a cui non ho dato retta.

Mi sto sgretolando..pezzo per pezzo, il mio corpo continuerà ad allargarsi, ad accumulare tutto il grasso possibile: come se quello che ho ora non mi bastasse.

Mi sto piangendo addosso..
Come sempre..

Voglio dimagrire..
Da sempre..


Zara.

6 commenti:

  1. E dire che sei così bella.
    La mia mente non comprende perchè loro ti vogliano rovinare a tutti i costi.

    Purtroppo su questi sfoghi non servono molte parole. In questi casi la cecità è un problema altrui.

    Per quel che conta ti sono vicina.
    Lìa

    RispondiElimina
  2. la vera domanda è:
    COSA vuoi dimagrire?


    abbraccio questo tuo corpo piccino.

    RispondiElimina
  3. sei stupenda.
    vedo in alcune foto,direi la maggior parte, un sorriso stupendo. ma è vero?
    sei una libellula che non sa volare.
    imparerai a volare,ne sono sicura,appena aprirai gli occhi.
    li hai così grandi e pieni..
    ti abbraccio,forte forte.sperando di non farti del male.

    RispondiElimina
  4. Come capisco quello che leggo, purtroppo però a me non mi hanno costretto i miei genitori a mangiare, ma il mio ex ragazzo, il mio migliore amico e me stessa..però capisco bene la sensazione.
    Sai, se tu arrivassi ai tuoi ambiti 45kg, poi dopo che faresti? Credi davvero che il problema sia solo quello di raggiungere quella meta ad ogni costo? Una volta che riuscirai a vedere quel numero, avendo lasciato tutto e tutti, sei sicura che sarai così felice? Quella tua pancia piatta per chi sarà, oltre te stessa?
    Non si può vivere solo di noi stessi, e non si può vivere morendo.
    La vita è una perpetua decisione.
    Io so solo una cosa, quei 45kg ti porteranno il corpo che vorresti, o che avresti voluto avere, ma tu nemmeno te ne renderai seriamente conto, ma allo stesso tempo ti porteranno via tante altre cose.
    Immagina che la tua migliore amica volesse la stessa cosa che vuoi tu, affamarti, affamarti, affamarti, fino a ridurti ad un piccolo scheletrino. Tu forse la capiresti meglio di chiunque altro, è vero, ma saresti davvero felice per lei?Saresti davvero felice della tua impotenza? Saresti davvero felice se un giorno lei non si alzasse più dal letto perchè il suo corpo non ce la faceva più?
    A volte bisogna guardare oltre noi stessi e il male che ci hanno fatto e vedere il male che stiamo facendo a chi ci ama, a chi ci vorrebbe tendere una mano e il passo per prenderla è molto più semplice di voltarsi dall'altra parte e far finta di non aver visto.
    Il tuo corpo farà quello che dici tu, punto e se non vuoi tornare grassa, non ci tornerai, ma questo non vuol dire che magra debba per forza di cose essere 45kg, ricoverata in un'ospedale senza nessun'altro che te stessa.

    RispondiElimina
  5. Sei bellissima... :) vorrei tanto essere come te...

    RispondiElimina
  6. il problema di fondo per me è la mancanza d'amore,amore qualsiasi tipo d'amore.
    amore fraterno amore con la A maiuscola.. che non arriva. e tu invece,non l'hai ancora capito?

    un altro abbraccio

    RispondiElimina