Pagine

22 giu 2010

Il Giorno di Dolore, che una Ha.

Io non so se sia la bilancia che ormai sia fusa o se sia il mo organismo che sballi da un giorno all'altro.


Ieri mattina ero 50 kg netti. A pranzo non ho mangiato un granché (due fette piuttosto piccole di carne alla pizzaiola e una fetta di pane integrale), mentre a cena ho preso un sostanzioso piatto di tortellini con panna e prosciutto cotto (dei 4 Salti in padella..che tristezza). Fatto sta che stamane provo nuovamente a pesarmi e vedo che sono calata. Di nuovo. 49,6 kg.


Dentro di me so di aver provato una bellissima sensazione, ma razionalmente, so che anche che questo calo di peso non mi è più permesso perchè il 9 Luglio andrò a fare un Check Up totale dal dottore che mi indirizzò (a Settembre 2009) alla mia attuale psicologa. Non so cosa diamine dovrò fare o non fare. Di certo però controllerà il peso, ed è questo che mi rende un pò timorosa, perchè come accennai già in un paio di post fa, lui era colui che mi disse "Se cali sotto i 52 kg [che è il peso minimo che puoi avere] io ti ricovero".


Potrebbe sempre darsi però che potrebbe farmi ricoverare come potrebbe non farlo. Anzi, secondo me mi minaccerebbe come mia madre ha sempre fatto: "Se pesi così, allora non andrai più in vacanza". O almeno, una cosa del genere. Non so. Ma è inutile fasciarsi la testa prima di rompersela. Io continuo a mangiare normalmente. Anche quando a cena fuori mangio come Cristo comanda, solo che se mia madre vede che sono calata, dà la colpa alle cene che io non faccio a casa ecc ecc, nonostante io le dica che mangi. Viva la fiducia. Per carità, ho tradito i miei genitori parecchie volte sul fatto di aver mangiato (quando magari in realtà non era così)..però ora ho capito che devo per forza farlo.

Passando a discorsi forse anche un pò più meno "pessimisti": ho deciso di andare al concerto dei Blink 182 a Bologna. Ammetto che non sono la mia band preferita (anche perchè io ascolto un pò di tutto e di loro ho solo 3 canzoni), però la mia Best mi ha chiesto di poterla accompagnare e siccome non è che mi facciano completamente schifo, ho deciso quindi di andare anche io. Credo proprio che dovrò iniziare a leggere un pò dei loro testi per impararmeli a memoria. Andrò su Youtube e mi chiuderò con Lyrics a palla.

Dal punto di vista sentimentale: single. Come sempre. E' noioso dopo un pò, lo sapete? Il fatto di non avere nessuno accanto, che ti accetti così come sei e le solite minchiate all'americana. Forse è anche questa "mancanza" che mi frena dall'uscire da tutto: perchè penso sempre che io non sia abbastanza magra per avere un ragazzo. Sta di fatto che nonostante io sia dimagrita 12 kg, non ho avuto nessun tipo di storia da Febbraio 2009 (che tristezza ammetterlo >.<). Una persona "normale" potrebbe rispondermi: "Allora ciò vuol dire che il peso non vuol dire niente.." o roba del genere, insomma.

Bha.

Non so. Può essere, ma può anche non essere eh. Sono difficile da capire. Sono difficile da farmi convincere il contrario. Ergo: io continuo sempre a pensare di essere grassa.

Vorrei toccare il mio ventre per sentire un piattume completo. Vorrei toccare i miei fianchi, per sentirli spigolosi. Vorrei, ma non posso. Il mio riflesso ancora non mi convince. E sarà difficile trovare un accordo con lo specchio, tanto meno con la bilancia.

E come dice Ligabue (artista che ultimamente mi sta piacendo per le sue parole)..

"Quando indietro non si torna quando l'hai capito che


che la vita non è giusta come la vorresti te

quando farsi una ragione vorrà dire vivere


te l'han detto tutti quanti che per loro è facile

quando batte un pò di sole dove ci contavi un pò

e la vita è un pò più forte del tuo dirle "ancora no"


quando la ferita brucia la tua pelle si farà".




Zara.

2 commenti:

  1. O affronti il problema, ti lasci recoverare e anche se la strada sarà difficile andrai contro una vita migliore.
    O imbrogli in medico, bevi tanta tanta coca cola light in modo da gonfiarti prima della visita, pesarai di più per qualche giorno, fin quando non ti sgonfi e forse riesci ad evitare il ricovero.
    So che non è facile scegliere, anch'io sono davanti al bivio da tanto tanto tempo. E per ora predomina sempre la parte autodistruttiva. Questa situazione è massacrante.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Le problem?Je ne sais pas...
    J'ai peure de ne sais pas quoi, de quelque chose en moi que je ne peux pas toucher, ce qui ne permet pas d'être tranquille.
    J'ai peur d'être passé à l'école avec dex dettes et de voir, une autre fois, le regard triste et deçu de mon père.
    Il n'y a pas de rèmede.
    Oddio spero tu sappia il franceseXD altrimenti te lo riscrivo in italiano..
    Mercì beaucoup

    RispondiElimina